Agosto 5, 2021

Matricole 2021/22: modalità di svolgimento della prova d’ingresso del 15 settembre 2021 – AGGIORNAMENTO

Gli studenti che intendono iscriversi al primo anno del corso di laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, dovranno sostenere una prova di ingresso obbligatoria e di carattere non selettivo, volta ad accertare il livello delle conoscenze possedute.

La prova, fissata per il giorno 15 settembre 2021 alle ore 9.00, in concomitanza con quella nazionale, potrà essere svolta in presenza o da remoto.

Entro il giorno 08/09/2021 alle ore 24.00, gli studenti interessati devono esprimere la loro preferenza per svolgere il test in presenza o da remoto, compilando il modulo disponibile al seguente link: https://forms.gle/EErfdKrLzkL4Fxz57

Ulteriori informazioni sullo svolgimento della prova in presenza e indicazioni su come collegarsi da remoto saranno fornite via mail nei giorni immediatamente precedenti al test.

Gli studenti che non avranno sostenuto la prova nel mese di settembre, potranno sostenerla il giorno 12 ottobre 2021.

Contenuto della prova ed esiti

La prova d’ingresso consisterà nella risposta ad un questionario composto da domande chiuse riguardanti le seguenti aree: storia e cultura generale, logica e matematica, lingua inglese. 
Per quanto riguarda le aree “storia e cultura generale” e “logica e matematica”, agli studenti che non abbiano sostenuto la prova o la cui prova non sia risultata positiva, verranno attribuiti specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare entro il primo anno di corso.
In relazione alla lingua inglese, l’esito della prova sarà considerato unicamente a scopo statistico.

Al fine di favorire l’assolvimento degli obblighi formativi verranno organizzate apposite attività didattiche, che si svolgeranno entro il primo semestre del primo anno di corso.
L’assolvimento degli obblighi formativi aggiuntivi si intende comunque raggiunto qualora lo studente acquisisca almeno 12 CFU attraverso il superamento di esami tra quelli previsti al I anno.

In caso di mancato assolvimento dell’obbligo formativo aggiuntivo entro il 30 settembre del primo anno di corso, lo studente sarà iscritto in posizione di “ripetente”.

L’individuazione del livello di formazione linguistica e quindi la collocazione degli studenti nei percorsi di studio a loro più appropriati avverrà a cura dei docenti all’inizio delle lezioni.