Scienze politiche e relazioni internazionali

Una tradizione lunga quasi 100 anni che guarda alle professioni del futuro.

Nata nel 1926 per preparare i futuri giornalisti e diplomatici, Scienze Politiche a Pavia nel suo percorso triennale investe ancora oggi sulla comunicazione e sulle relazioni internazionali per formare in un percorso unico nel panorama accademico competenze multidisciplinari e trasversali le competenze necessarie per comprendere la società e il suo funzionamento, e per governare la complessità e il cambiamento dal livello locale a quello globale.

Il corso in breve

Il Corso di Laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali fornisce una preparazione utile sia all’inserimento in diversi settori di attività professionale, sia al proseguimento degli studi universitari in Italia e all’estero.
A tale scopo, il Corso di studi offre attività formative di base in sei ambiti disciplinari: diritto, economia, scienza politica, sociologia, statistica e storia. Inoltre, offre insegnamenti di lingue straniere, anche extra europee, per fornire o consolidare competenze linguistiche e per introdurre gli studenti alla conoscenza di lessici specializzati.
II Corso di studi è strutturato in due parti. Una è dedicata ad attività formative comuni a tutti gli studenti (insegnamenti del primo anno, stage, conoscenze informatiche e prova finale); l’altra parte è articolata in due curricula dedicati all’approfondimento di singoli campi di studio.
Il curriculum viene scelto già dal primo anno di studio.

Curricula

Studi internazionali
Approfondisce i fenomeni politico-sociali, economici, storici e giuridici per comprendere, di tali fenomeni, le complesse dinamiche in una prospettiva europea ed internazionale.
È finalizzato ad una preparazione utile per operare negli organismi internazionali, nelle istituzioni europee nonché nelle organizzazioni pubbliche e private orientate all’attività internazionale.

Politica e amministrazione
Offre una preparazione multidisciplinare, utile a comprendere le dinamiche di governo che caratterizzano il sistema delle amministrazioni pubbliche nelle loro interazioni con operatori pubblici e privati e con le istituzioni europee.

Gli insegnamenti impartiti permettono di sviluppare sia capacità critiche sia autonomia di giudizio e di comportamento; competenze spendibili tanto nel settore pubblico quanto in quello privato.

 

La parola agli studenti

Sbocchi professionali

Ad un anno dal conseguimento del titolo, la maggior parte dei laureati (53%) prosegue gli studi universitari, il 47% lavora, (il 12% concilia studio e lavoro), il 10,6 è in cerca di un’occupazione. (Dati indagine 2015 AlmaLaurea sui laureati nel 2014).

Gli sbocchi occupazionali e professionali sono i più vari grazie alla formazione multidisciplinare ricevuta dagli studenti. L’occupazione dei laureati riguarda l’ambito privato e pubblico, anche se negli anni più recenti si registra una maggiore capacità di assorbimento da parte del settore privato.

Proprio l’approccio multidisciplinare garantisce un elevato livello di adattabilità alla varietà delle figure professionali richieste dal mercato del lavoro.

Per indirizzare gli studenti a specifici ambiti di occupazione, stimolarne la curiosità e valorizzarne i talenti, il triennio di studi prevede un’articolazione in percorsi con profili adeguati sia al proseguimento degli studi, sia allo svolgimento di una professione.


Modalità di iscrizione e di ammissione

Per essere ammesso al Corso di primo livello lo studente deve possedere il diploma di Scuola Secondaria Superiore o un titolo conseguito all’estero e riconosciuto dall’Ateneo.
Per l’ammissione si richiede inoltre la conoscenza della lingua inglese al livello A2 del Quadro Europeo di Riferimento. Lo studente deve avere una cultura generale che gli consenta di trovarsi a suo agio nelle varie discipline oggetto di studio.

COME SI ACCEDEA SCIENZE POLITICHE?

A parte il possesso del titolo di studio, lo studente affronterà una prova di ingresso – obbligatoria ma non selettiva – che gli consentirà di verificare la necessità di rafforzare le proprie conoscenze/abilità nelle seguenti aree: cultura generale, logica e matematica, lingua inglese. Nel caso si rendesse necessario, attività didattiche appositamente predisposte contribuiranno a consolidare la sua preparazione in questi campi. II Regolamento didattico del Corso di Laurea fornisce ulteriori dettagli.

 

REGOLAMENTI DIDATTICI

Regolamenti didattici del corso di laurea a partire dalla coorte 2016/2017

Piani di studio

Puoi consultare i piani di studi cliccando sull'anno accademico corrispondente all'inizio degli studi